Incentivi per nuovi impianti a biogas fino a 300 kW. Emanate le procedure GSE per l’attuazione della Legge di bilancio 2019 (L. 145/2018). Accolte le richieste di Confagricoltura sul titolo di conduzione dei terreni

0
6
biogas 3

biogas 3Il GSE ha pubblicato sul proprio sito internet le FAQ relative all’accesso agli incentivi per impianti a biogas fino a 300 kW, ai sensi della Legge n. 145/2018, chiarendo modalità, tempistiche e requisiti per l’accesso diretto agli incentivi e per l’iscrizione al registro (l’iscrizione al registro potrà essere effettuata fino alle ore 18.00 del 9 giugno 2019).

Si segnalano, in particolare, i seguenti chiarimenti:

  • relativamente al tema della proprietà dei terreni da cui provengono le biomasse, il GSE equipara alla proprietà tutte le altre forme di disponibilità e/o possesso previste dal Codice Civile, quali, ad esempio, l’affitto, il comodato d’uso, l’usufrutto, così come era stato richiesto da Confagricoltura. Tale equiparazione è consentita purché la conduzione degli allevamenti e/o dei terreni da parte della azienda agricola realizzatrice dell’impianto o, nel caso di impianti realizzati in forma consortile, dei soggetti consorziati, sia regolarmente documentata da idoneo/i contratto/i e dal/dai rispettivo/i fascicolo/i aziendale/i;
  • non sono previste limitazioni sulle specie coltivabili in secondo raccolto;
  • il termine per la presentazione delle richieste di accesso diretto (fino a 100 kW) per impianti già in esercizio alla data di apertura del Portale informatico (10/04/2019) è di 30 giorni dalla medesima data.

Preme sottolineare l’importanza del primo punto che estende la proprietà ad ulteriori forme di disponibilità dei terreni/allevamenti da cui provengono le biomasse e che è frutto di una esplicita richiesta di Confagricoltura pienamente accolta dal GSE.

Per ulteriori info, cliccare qui

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.